La consistenza  degli oli  essenziali  può variare molto,da acquosa come quella degli oli estratti da petali di fiori a densa come quella degli oli estratti da legni vedi il sandalo.

 La maggior parte degli oli essenziali evapora completamente se lasciata a contatto con l'aria,infatti per fissare un profumo a base di oli ,si usano proprio le resine tipo il benzoino,la boswellia ed i legni,che sono molecole più pesanti e durature.

Gli oli essenziali possiedono sempre proprietà antisettiche e antibatteriche, anche  per  semplice contatto . ad esempio, lavanda ,timo,tea tree sono antisettici più potenti dei derivati del fenolo ,un disinfettante chimico.

Poche gocce di questi oli aggiunti ad un bagno doccia,prevengono le micosi da piscina .

La struttura molecolare degli oli essenziali è tale da consentirne il rapido assorbimento attraverso la pelle e le mucose,  essi  entrano velocemente  nel circolo ematico e altrettanto rapidamente ne sono eliminati ( circa 4-6 ore dopo l'assorbimento).

 La temperatura   esercita una certa influenza sulla struttura di alcune qualità di oli essenziali.

 l'aria  troppo fredda fa diventare torbidi   alcuni oli a causa della condensazione delle molecole acquose, altri tendono a diventare più densi, come l'olio di Rosa di Damasco  che solidifica completamente.

Quindi è importante non sottoporre a stress climatico gli oli stessi.

Anche se i costituenti principali sono gli stessi, le proprietà degli oli  della stessa specie possono differire per vari motivi ,tipo  la stagione e la zona di raccolta che danno  percentuale diversa di principi attivi che possono determinare piccole o grandi variazioni dell'aroma e della conseguente azione  in aromaterapia .

Gli oli essenziali  esplicano infatti un  attività anche su stati d animo ,vengono cioè usati in aromaterapia,sia   inalati ,sia per uso trans dermico,attraverso il massaggio.

I recettori olfattivi alla base del naso permettono infatti l attivazione  veloce di alcuni  neurotrasmettitori.

le stimolazioni olfattive  passano direttamente nella corteccia cerebrale, senza essere filtrate .

Le molecole aromatiche raggiungono la parte superiore delle cavità nasali dove
le cellule olfattive, una volta sollecitate da queste  molecole aromatiche, trasformano lo stimolo chimico in impulsi elettrici  ed a loro volta in stimoli endocrini,atti alla  produzione di neurotrasmettitori quali serotonina,noradrenalina  ed  endorfine.

Ecco perché gli oli  hanno un azione immediata sull umore ,sugli stati d animo e diffondono benessere ,gioia e rilassamento

Gli odori stimolano ricordi olfattivi molto chiari ,la casa dei nonni,la vacanza felice ,un posto dove abbiamo vissuto etc