Appena sento nominare la curcuma, immediatamente mi viene alla mente il suo profumo e il suo sapore nei piatti orientali e mediorientali che cucino o che ho mangiato in qualche ristorante...

Ma subito dopo, pensando al suo colore di un giallo così intenso, mi vengono in mente le mille sfumature della curcuma sui capelli.... soprattutto delle bionde, ma non solo.

La curcuma è una pianta erbacea dell'Asia sud-orientale che viene chiamata anche zafferano delle Indie. La polvere di colore giallo intenso si ottiene dal rizoma della pianta ed è una polvere ricca di elementi benefici per la nostra salute... ma di questo ne parleremo un'altra volta!

Allora, dicevamo che la polvere di curcuma è di un bel giallo intenso, ma la cosa che ancora non ho detto è che ha capacità tintorie notevoli!

Ci si possono tingere stoffe (le tonache dei monaci buddisti venivano tinte con questa radice), ci si può tingere la pelle (per lo più in riti), e quindi ci si possono tingere i capelli!

La curcuma colora i capelli di un giallo molto intenso e, dato che sui capelli bianchi può dare colori giallo acidi (molto freddi), sarebbe meglio mescolarla con altre polveri tintorie.

Si può mescolare con rabarbaro o lawsonia (henné rosso), per ottenere riflessi dal biondo freddo al giallo oro.

Oppure si può abbinare a polveri neutre, emmollienti, ecc... come, ad esempio, lo ziziphus, l'altea, l'henné neutro.

Su fondi castano e castano chiari dona estrema lucentezza donando alla capigliatura riflessi chiari luminosi!

Tutto questo non è affascinante?